Ecco un altro classico della cucina abruzzese. Il piatto, molto popolare, è diffuso in quasi tutto il territorio. Richiede, per la buona riuscita, ingredienti di ottima qualità, tempo e pazienza. In alcuni paesi del Molise una parte delle sagnette viene fritta in abbondante olio di oliva e aggiunta alla minestra poco prima di servirla

Sagnette e ceci

Ingredienti per 6 persone:
gr 600 di ceci,
2 foglie d’alloro,
2 spicchi d’aglio,
un rametto di rosmarino,
3 pomodorini del pendolo,
un bicchiere d’olio,
gr 300 di pasta all’uovo tagliata a piccole losanghe.
Nettare i ceci da eventuali impurità, sciacquarli e tenerli a mollo con un pugnetto di sale grosso per 12 ore.
Metterli in un tegame di coccio, coprire appena con acqua fredda e lasciar cuocere a fuoco lento avendo cura di aggiungere acqua bollente di tanto in tanto. A metà cottura unire l’alloro, il rosmarino, gli spicchi d’aglio, i pomodorini e l’olio, continuare la cottura fino a quando i ceci sono morbidi ma non spappolati. Lessare le sagnette in acqua leggermente salata, scolare, unire la pasta ai ceci e lasciare insaporire per 10 minuti circa.
A piacere aggiungere del peperoncino tritato o pepe di mulinello o, come già detto, parte delle sagnette fritte.
Variante 1 – sagne, ceci e baccalà:
a sagne e ceci si aggiunge il baccalà, precedentemente ammollato, sbriciolato e ripassato rapidamente in padella con olio e peperoncino piccante.

Variante 2 – sagne, ceci e porcini:
passare al setaccio la metà dei ceci, aggiungere due porcini precedentemente trifolati e le sagnette lessate.