abbinamento-vino-ciboAbbinamento Vino Cibo

Ogni piatto ha il suo vino ideale di accompagnamento che va servito alla temperatura corretta.

Occorre considerare le varie tipologie di vino, rosso e bianco, spumante, liquore, passito, bianco vivace, rosso di struttura, rosato, bianco morbido, aromatico, rosso di buon corpo, ognuna con il suo livello di invecchiamento ed importanza, per poter offrire un buon abbinamento cibo e vino in un menù.

Gli abbinamenti tra vini e cibi sono numerosi e vari. Gli accordi devono stabilirsi fra gli odori e i sapori del vino e del piatto gustato.

Mai come oggi la considerazione degli alimenti è sempre più alta sulla scena mondiale. Ogni pretesto è buono per parlare di cibo e di vino, se si considerano tutti i tipi e le mode di cucine che nascono ogni giorno: nouvelle cuisine, cucina tradizionale, cucina reinventata, fusion gastronomica, cucina finger food, cucina etnica, vegana…e via dicendo.

Per l’importanza data oggi alla cucina, è inevitabile riuscire ad accostare il vino giusto al cibo servito in tavola. Aldilà del gusto, che è sempre strettamente personale, esistono delle considerazioni di base da valutare nella scelta di un vino da abbinare ad un alimento.

Come abbinare il vino al cibo.

Innanzitutto occorre identificare i componenti del sapore di un cibo.

È importante decifrare i componenti di sapore di un cibo per capire cosa valorizzare e cosa compensare con il vino. Dolce, amaro, salato, acido, piccante, speziato, sono soltanto alcuni dei sapori che derivano da un piatto. Identificare i componenti del sapore e della struttura di un vino.

Anche con il vino occorre decifrare i componenti e le caratteristiche principali. L’importante è, sia per il cibo che per il vino, che una volta stabiliti i sapori dominanti, si scelga se utilizzare un abbinamento gastronomico che valorizzi o attenui questi aspetti predominanti.

Consiglio.

Si suggerisce sempre di cercare un certo equilibrio nell’abbinamento.

Esempi.

Un piatto delicato di sapore richiede un vino tenue, mentre ai sapori forti e decisi si risponde in genere con un vino importante.

Importanza del vino giusto.

Dopo ogni boccone dello stesso cibo, le papille gustative inviano segnali al cervello sempre meno forti, dunque si apprezza quel cibo sempre di meno. Proprio per questo è importante abbinare il vino giusto, che si dice “pulisce perfettamente” la bocca combinandosi armonicamente con il cibo così che ogni boccone sia buono come il primo.

Ogni piatto ha il suo vino ideale di accompagnamento che va servito alla temperatura corretta.

Occorre considerare le varie tipologie di vino, rosso e bianco, spumante, liquore, passito, bianco vivace, rosso di struttura, rosato, bianco morbido, aromatico, rosso di buon corpo, ognuna con il suo livello di invecchiamento ed importanza, per poter offrire un buon abbinamento cibo e vino in un menù.

Gli abbinamenti tra vini e cibi sono numerosi e vari. Gli accordi devono stabilirsi fra gli odori e i sapori del vino e del piatto gustato.

Mai come oggi la considerazione degli alimenti è sempre più alta sulla scena mondiale. Ogni pretesto è buono per parlare di cibo e di vino, se si considerano tutti i tipi e le mode di cucine che nascono ogni giorno: nouvelle cuisine, cucina tradizionale, cucina reinventata, fusion gastronomica, cucina finger food, cucina etnica, vegana…e via dicendo.

Per l’importanza data oggi alla cucina, è inevitabile riuscire ad accostare il vino giusto al cibo servito in tavola. Aldilà del gusto, che è sempre strettamente personale, esistono delle considerazioni di base da valutare nella scelta di un vino da abbinare ad un alimento.

Come abbinare il vino al cibo.

Innanzitutto occorre identificare i componenti del sapore di un cibo.

È importante decifrare i componenti di sapore di un cibo per capire cosa valorizzare e cosa compensare con il vino. Dolce, amaro, salato, acido, piccante, speziato, sono soltanto alcuni dei sapori che derivano da un piatto. Identificare i componenti del sapore e della struttura di un vino.

Anche con il vino occorre decifrare i componenti e le caratteristiche principali. L’importante è, sia per il cibo che per il vino, che una volta stabiliti i sapori dominanti, si scelga se utilizzare un abbinamento gastronomico che valorizzi o attenui questi aspetti predominanti.

Consiglio.

Si suggerisce sempre di cercare un certo equilibrio nell’abbinamento.

Esempi.

Un piatto delicato di sapore richiede un vino tenue, mentre ai sapori forti e decisi si risponde in genere con un vino importante.

Importanza del vino giusto.

Dopo ogni boccone dello stesso cibo, le papille gustative inviano segnali al cervello sempre meno forti, dunque si apprezza quel cibo sempre di meno. Proprio per questo è importante abbinare il vino giusto, che si dice “pulisce perfettamente” la bocca combinandosi armonicamente con il cibo così che ogni boccone sia buono come il primo.

 

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/abbinamenti-vino-cibo.html